BiologiaMarina.eu

 

 

Pagina dedicata a rassegne, eventi, mostre e seminari dedicati al mondo del mare.
NOTA: gli eventi segnalati sono inseriti rigorosamente in ordine di ricevimento. Lo staff di biologiamarina.eu non è responsabile di disservizi e informazioni errate inserite dagli inserzionisti. Ogni inserzionista accetta tali condizioni nel momento in cui offre il consenso alla pubblicazione dell'evento ed è responsabile in tutto e per tutto quanto da lui dichiarato. L'inserzionista, altresì, è responsabile anche di eventuali omissioni e disservizi aggiuntivi. Per ogni tipo di informazioni aggiuntiva fare sempre riferimento ai recapiti indicati.

BIOLOGIAMARINA.EU è disponibili per conferenze o attività divulgative anche al di fuori del web, per esempio presso scuole, enti locali, diving center, scuole sub, associazioni pescatori ecc.... Chiunque fosse interessato può contattarci tramite mail.

EVENTI IN CORSO 2018

NESSUN EVENTO DA SEGNALARE

EVENTI PASSATI 2017/2018

Stazione Zoologica Anton Dohrn
FORUM PA 2018 per promuovere la digitalizzazione come strumento per migliorare la ricerca marina evento inserito il 12 maggio 2018

L’Ente Nazionale per la Ricerca Marina parteciperà all’evento con il seminario "Digitalizzazione dei Prodotti Scientifici e Bioinformatici: opportunità e risorsa dalla ricerca biologica".

La Stazione zoologica Anton Dohrn, Istituto nazionale di biologia ecologia e biotecnologie marine partecipa al FORUM delle Pubbliche amministrazioni – FORUM PA 2018, che si svolgerà dal 22 al 24 Maggio a Roma presso il Centro congressi "La Nuvola". La Stazione zoologica parteciperà all’evento presentando le iniziative in corso e tenendo il seminario "Digitalizzazione dei Prodotti Scientifici e Bioinformatica: opportunità e risorsa dalla ricerca biologica", a cura di Maria Luisa Chiusano, Coordinatore del Servizio di Bioinformatica dell'ente. La Stazione zoologica Anton Dohrn, fondata nel 1872, è il più antico ente di ricerca nazionale e possiede la più completa e prestigiosa biblioteca marina d’Europa. Le avanzate tecnologie disponibili permetteranno di mettere a disposizione le informazioni contenute nei preziosi volumi affinché i risultati diventino una "risorsa accessibile”, un obiettivo comune a numerosi centri di ricerca del MIUR. Il processo di informatizzazione riguarda anche l’enorme quantità di dati derivanti dallo studio del Dna del genoma degli organismi marini, che permetterà di carpire importanti segreti per lo sviluppo di nuovi prodotti farmaceutici, nutraceutici, cosmeceutici e materiali per l’industria oltre a rendere più efficace l'opera di monitoraggio ambientale, e di protezione degli ecosistemi marini. Al FORUM PA 2018 parteciperanno, in rappresentanza dell’Ente di Ricerca: Roberto Danovaro Presidente, Fabrizio Vecchi, Direttore Generale; Fulvio Maffucci, Marco Signore, Giosuè Zurzolo.

_________________________________________________________________________________________

Stazione Zoologica Anton Dohrn, Sala Conferenze 8 Maggio 2018 – 17,30
"LA RICERCA E L'ITALIA: UN RAPPORTO DIFFICILE?
evento inserito il 02 maggio 2018

Una riflessione sull’investimento in ricerca scientifica in Italia. Una riflessione sull'annoso problema di risorse, poche e spesso mal distribuite nelle Università e negli Enti di Ricerca, nel pubblico e nel privato. Questo e altri spunti saranno oggetto di discussione durante l'Incontro-dibattito "La ricerca e l'Italia: un rapporto difficile?", che si terrà nella Sala Conferenze della Stazione zoologica Anton Dohrn, martedì 8 Maggio 2018, alle ore 17.30.

L’evento "La ricerca e l'Italia: un rapporto difficile?" sarà introdotto e moderato da Roberto Di Lauro, Università di Napoli "Federico II". Intervengono: Roberto Defez, IBBR-CNR, Napoli; Andrea Graziosi, Università di Napoli "Federico II"; Tullio Jappelli, Università di Napoli "Federico II". Conclude Roberto Di Lauro, Università di Napoli "Federico II".
_________________________________________________________________________________________

STUDIARE CETACEI E TARTARUGHE MARINE NEL LORO AMBIENTE NATURALE evento inserito il 20 febbraio 2018

Da oggi sono aperte le iscrizioni per partecipare ai corsi sui cetacei e sulle tartarughe marine. I corsi sono direttamente legati ai due progetti denominati rispettivamente Studio dei Cetacei dello Stretto ed Mediterranean Sea Turtles Project. Si tratta degli unici progetti a lungo termine su cetacei e tartarughe marine, portati avanti nell'area dello Stretto di Messina e nel basso Tirreno. Entrambe i progetti sono nati nel 2000 e proseguono ininterrottamente sia d’estate che d’inverno. Il primo studia la condizione, lo stato di salute, l’interazione con le attività antropiche ed il numero di cetacei stanziali o di passaggio nell’area dello Stretto di Messina. Il secondo è indirizzato a conoscere le lo stato di salute, le dinamiche e la genetica di popolazione delle tartarughe Caretta caretta in diverse aree del Mediterraneo, ed in questo caso si estende dalle acque dell’Arcipelago delle Isole Eolie alla costa Calabra per ciò che riguarda il Tirreno, ma prosegue attraversando lo Stretto di Messina, fino allo Ionio settentrionale, fino al Golfo di Catania.
L’ORGANIZZAZIONE
La Necton è la titolare dei due progetti, si tratta di una società di ricerca che opera da 18 anni in tutto il Mediterraneo, occupandosi di progetti legati allo studio ed alla salvaguardia di cetacei, tartarughe marine, elasmobranchi piccoli,medi e grandi pelagici, con particolare riferimento a tonni e pesci spada. Opera sia per conto proprio che su incarichi di privati ed enti pubblici Nazionali ed Internazionali. Ad esempio, nel caso delle ricerche su medi e grandi pelagici, il maggiore committente è l'ICCAT. Nel caso dei progetti in oggetto, la Necton si avvale del supporto e della collaborazione del Dipartimento di Scienze Chimiche, Biologiche, Farmaceutiche ed Ambientali dell'Università di Messina, della Città Metropolitana di Messina e di AGCI Agrital.
LE AREE DI STUDIO
Il Mediterranean Sea Turtle Project e lo Studio dei Cetacei dello Stretto vengono svolti in aree estese e di fondamentale importanza per la biologia delle specie oggetto delle ricerche. Il primo ha un'areale estremamente vasto che va dal Tirreno Meridionale allo Ionio Settentrionale, e comprende le profonde acque dell’Arcipelago delle isole Eolie e la scarpata che inizia nella parte Sud dello Stretto di Messina e prosegue nel Golfo di Catania. Il secondo copre tutto lo Stretto di Messina da Nord a Sud, area che com’è noto rappresenta il "gate" migratorio più importante dell’intero bacino Mediterraneo.
FINALITA’ ED OBIETTIVI DEI CORSI
Finalità ed obiettivi dei corsi sono: permettere ai partecipanti un’esperienza diretta sul campo della ricerca,dare loro l’esperienza e gli strumenti per scoprire i delicati equilibri che legano i cetacei all’ambiente,fornire conoscenze di base sulla biologia e l’ecologia dei cetacei e delle tartarughe marine, sul riconoscimento delle specie, le basi fondamentali sulla loro salvaguardia e conservazione, comprendere in che modo interagiscono con le attività antropiche e quali siano le conseguenze di queste interazioni,conoscere le attività umane che maggiormente minacciano i mammiferi marini,quali sono le specie più minacciate nel Mediterraneo ma anche in che misura questi animali possono creare problemi alle attività di pesca. Tutti i partecipanti saranno coinvolti nelle uscite in mare e ad ognuno verrà assegnato un compito diretto nella raccolta dati ed nella loro successiva analisi, in modo da consentire a tutti di partecipare attivamente ad ogni fase della ricerca. Inoltre,a fine corso i partecipanti dovranno essere in grado di utilizzare autonomamente tutti gli strumenti necessari alla ricerca quali SCHEDE DI RACCOLTA DATI, PROTOCOLLI DI CAMPIONAMENTO, BINOCOLI, GPS, DAT, IDROFONI, SONDE DI TEMPERATURA, ECC...
Destinatari dei corsi
Tutte le persone interessate alla ricerca dei cetacei e delle tartarughe marine nell'ambiente naturale, con particolare riferimento agli studenti delle Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali di tutti gli Atenei Nazionali ed Europei. Gli unici requisiti richiesti sono tanta passione, tanto amore per il mare ed un minimo di spirito di adattamento.
Organizzazione e programma*
All’arrivo di tutti i partecipanti si terrà un briefing di presentazione delle attività. A partire dal 2° giorno, l’attività verrà organizzata in funzione delle condizioni meteo marine tra lezioni teoriche, visioni di filmati ed attività pratica. Gli argomenti trattati nel corso delle lezioni saranno: Riconoscimento delle specie, metodologie di campionamento, raccolta dati, le specie di cetacei con particolare riferimento a capodoglio, balenottera comune, tursiope, stenella, il comportamento da tenere a bordo e suddivisione dei compiti nel corso delle uscite in mare, biologia ed ecologia dei mammiferi marini, l'attività di pesca nell'area dello Stretto di Messina, foto identificazione ed analisi dati, bioacustica, gli attrezzi da pesca, protezione, conservazione ed impatto antropico.
I filmati riguarderanno: l’attività di pesca, l'interazione tra cetacei e mondo della pesca, la foca monaca.
Attività pratica
Osservazioni da terra, uscite di monitoraggio (Survey), osservazioni dell'attività di pesca, raccolta immagini per la foto identificazione,organizzazione dell'assetto dell'imbarcazione, osservazione e riconoscimento delle attrezzature da pesca, raccolta dati ed organizzazione in database dei dati raccolti.
Inoltre, con alcune particolari condizioni meteo marine e di corrente, verrà svolto il campionamento di pesci abissali e mesopelagici, infatti, lo Stretto di Messina proprio per le sue caratteristiche oceanografiche è l’unico luogo dell’intero bacino del Mediterraneo, nel quale è possibile osservare e raccogliere in superficie, specie che altrimenti richiederebbero l’uso di navi oceanografiche.

*Il programma potrà subire variazioni in funzione delle condizioni meteo-marine.

Attività e vita di campo
I partecipanti vengono coinvolti in tutte le attività di ricerca,dalla raccolta dei dati all'inserimento di questi nel database,all’analisi delle foto raccolte nel corso dei monitoraggi al fine di arricchire il catalogo di individui fotoidentificati. Partecipano alle lezioni ed ai turni di avvistamento in mare e/o da terra, collaborano attivamente alla raccolta dei pesci mesopelagici. Quando tempo ed attività di ricerca lo consentono, i partecipanti hanno la possibilità di visitare le località vicine, il centro di recupero della fauna selvatica “"Stretto di Messina", i Laghi di Ganzirri ricchissimi di flora e fauna, partecipare ad escursioni sulle alte montagne dei monti Peloritani. In tal modo condividono un'esperienza unica ed eccezionale a diretto contatto con l'ambiente marino e i suoi affascinanti abitanti, insieme a persone con le quali hanno in comune passione per il mare e per i cetacei, provenienti da diverse realtà,città e da altre culture.
Alloggio
I partecipanti verranno alloggiati in una graziosa abitazione costituita da camera da letto, soggiorno, bagno, cucina, tv a parete, lavatrice, forno, frigorifero. La casa dispone di un balcone ampio e di un terrazzino da 30 mq attrezzato con tavolo, sedie, barbecue completo di piano di lavoro e lavabo, doccia esterna, amaca etc… La casa si trova a pochi passi dalla spiaggia, alla quale si arriva percorrendo un viottolo pedonale. Inoltre, pur trovandosi in una zona tranquilla, lontana dal caos e dallo smog cittadino, è posizionata nel raggio di 300 mt da pub, cinema, ago, ristoranti, pizzerie, panificio, banca, farmacia, bar, pasticcerie, tabacchi, market, macelleria etc… pertanto è tutto raggiungibile a piedi.
Durata
Ciascun turno ha durata settimanale, ma i partecipanti, in funzione della disponibilità di alloggio hanno la possibilità di prolungare per più turni.
Come partecipare
Gli interessati potranno inviare una mail all'indirizzo info@necton.it o telefonare al numero 339 1249021 e scegliere una settimana, ciascun turno è aperto ad un massimo di 3 persone. Maggiori informazioni ed il programma integrale basta visitare il sito www.necton.it

NECTON Marine Research Society 
Via Guido Gozzano 47, 95100 Catania
fax +39 090 393452
Mobile +39 3391249021
_________________________________________________________________________________________

World Turtle Day 23 maggio 2018
Di nuovo in onda”
Stazione Zoologica Anton Dohrn - Riserva Naturale Foce Sele-Tanagro

Mercoledì mattina, 23 maggio, in occasione del World Turtle Day, a partire dalle 10:00 presso la Riserva naturale foce Sele- Tanagro, si svolgerà la manifestazione "Di nuovo in onda" dedicata al ritorno in mare di cinque tartarughe Caretta caretta. Le tartarughe, ritrovate in diverse località marine del sud Italia, versavano in uno stato di grave difficoltà per l’ingestione di plastica o l’impatto con ami, corde ed altri materiali utilizzati per la pesca. Dopo essere state curate e riabilitate presso il Centro Ricerche della Stazione Zoologica  Anton Dohrn di Napoli, saranno liberate ad Eboli, presso il lido Paestum ...leggi tutto.

_________________________________________________________________________________________

FESTIVAL POSIDONIA MALLORCA 2018 evento inserito il 18 marzo 2018

International Festival of Art, Nature & Sustainable Tourism
Palma, Majorca (Spain), 18th-19th of May 2018
Deià, Majorca (Spain), 26th of May 2018

www.posidoniamallorca.org

_________________________________________________________________________________________

WORLD WATER DAY 2018 evento inserito il 18 marzo 2018
22 MARZO 2018

World Water Day 2018

Leggi su Il Sole 24 Ore

http://worldwaterday.org/
_________________________________________________________________________________________

Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli - Comitato  Scienza e Società
INCONTRO DIBATTITO  "COSÌ VICINI COSÌ LONTANI" L'UOMO E GLI ALTRI evento inserito il 20 febbraio 2018
20 Febbraio 2018, Sala Conferenze ore 17.00

Quali sono le basi fisiche, genetiche, neurobiologiche, dei tratti che hanno conferito all’uomo una posizione così speciale nella natura? Perché pur condividendo con le scimmie antropomorfe più del 95% del suo genoma, l’uomo è così diverso? Perché solo l’homo sapiens sapiens oggi popola la terra mentre gli altri ominidi si sono estinti? Perché solo la mente umana ha consentito lo sviluppo di una cultura e di una tecnologia che evolvono    rapidamente, e di una società ormai planetaria? Queste domande sono più che mai attuali nell’era cosiddetta dell’antropocene, in cui lo iato tra uomo e natura si manifesta di nuovo drammaticamente. Tali quesiti e altre considerazioni verranno affrontati durante l'Incontro-Dibattito "Così vicini così lontani – l’uomo e gli altri", 
20 Febbraio 2018,  Stazione Zoologica Anton Dohrn, Sala Conferenze alle ore 17.00, per gli eventi promossi dal Comitato  Scienza e Società. Una riflessione interdisciplinare che avrà l'intento di celebrare Charles Darwin, il padre della teoria dell’evoluzione che impresse una svolta potente alla naturalizzazione dell’uomo, “annientando la pretesa posizione di privilegio dell’uomo nella creazione”, citando Sigmund Freud. La domanda sulla specificità biologica e culturale dell’uomo e sull’origine della sua diversità ha continuato, e continua ancora oggi, ad essere oggetto di indagine multidisciplinare e di intenso dibattito dove per l'occasione interverranno:
Emiliano Bruner,  Centro Nacional de Investigación sobre la Evolución Humana, Burgos;  Elisabetta Visalberghi, Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione, CNR, Roma; Giancarlo Schirru, Università di Napoli «L’Orientale».  L'incontro-dibattito
"Così vicini così lontani – l’uomo e gli altri" appartiene alla rassegna  "Nel segno di Darwin" che  proseguirà  con i seguenti appuntamenti:

21 Febbraio, Real Museo Mineralogico, via Mezzocannone n.8 - Napoli, ore 15.00
Incontro-dibattito: “Da Oetzi: uno sguardo sulla preistoria dell’uomo” Con Fabio di Vincenzo, Giancarlo Schirru, Emiliano Bruner, Felix Randau, Fabio Maria Guarino .

21 Febbraio, Academy Astra, via Mezzocannone n.109 - Napoli, ore 18.00

Presentazione del film: Der Mann aus dem Eis (Iceman) di Felix Randau, 2017 Con Anna Masecchia, Felix Randau.

_________________________________________________________________________________________

WORKSHOP INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLA RICERCA E DIDATTICA SUL TEMA: SVILUPPO E DIFESA DELL'AMBIENTE MARINO

Pesca e Blue Growth

La crescita blu è la strategia a lungo termine dell’Unione europea per promuovere una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva dei settori marini e marittimo, evidenziando le enormi potenzialità che i mari e gli oceani rappresentano per l’innovazione e l’economia dei paesi europei.

Data e luogo: 06/12/2017 alle ore 09:00 -  Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, Via Montevecchio, 1114, Fano

Maggiori informazioni e brochure qui.
_________________________________________________________________________________________

COMUNICATO SQUALO BIANCO SUDAFRICA CENTRO STUDI SQUALI evento inserito il 20 Novembre 2017

PARTECIPA ALLE SPEDIZIONI SQUALO BIANCO DEL CSS PREVISTE PER IL 2018 E CONTRIBUISCI ALLA RICERCA

COLLEGATI AL SITO:
www.centrostudisquali.org e scarica programma e scheda adesione
LeCOMUNICATO C.S.S. novembre 2017
In merito alle Spedizioni scientifiche sugli Squali bianchi in Sudafrica, Il Direttivo del C.S.S., ha ritenuto opportuno organizzare nel 2018, 2 Spedizioni scientifiche, la prima in Marzo a Mosselbay, mentre la seconda a Gansbaai, è stata anticipata ad Aprile invece che in Maggio per ragioni interne CSS. 
Come anticipato in precedenti post anche il CSS, vuole contribuire a rispondere alla domanda, dove vanno gli Squali bianchi in presenza delle Orche che nel 2017 hanno già provocato 4 decessi tra i bianchi che frequentano le acque prospicienti Gansbaai. A tal fine verrà confrontato il DB fotografico realizzato in questi anni a Gansbaai con gli scatti che verranno raccolti anche a Mosselbay. 
Inoltre si procederà con un confronto sull'Etologia dei bianchi che frequentano Mosselbay ed i numerosi dati già raccolti sui bianchi che frequentano Gansbaai ed in particolare: il comportamento predatorio di superficie ed il comportamento sociale in presenza di prede passive di superficie, dati raccolti negli ultimi 17 anni. 
Collegandosi al sito del CSS è possibile scaricare le info al riguardo. 
Entro novembre verrà effettuata la selezione dei partecipanti.

link utili:
http://www.centrostudisquali.o rg/#!/2018
http://www.centrostudisquali.o rg/home
https://www.facebook.com/Centr oStudiSquali/
https://centrostudisquali.blog spot.it/?view=snapshot
https://www.youtube.com/channe l/UCwPNFP2sRX67xdL7oACqWRg
https://plus.google.com/u/0/b/ 105112177045725996816/10511217 7045725996816
http://shark-references.com/li terature/listByAuthor/MICARELL I-P

_________________________________________________________________________________________

SPIAGGE EROSIONE SOLUZIONI evento inserito il 22 Novembre 2017
Marotta (PU), Hotel Garden, via Manin, 4
Ore 21.00
Interverranno: Faina Giancarlo (geologo marino), Paltrinieri Diego (geologo marino), Associazione Blennius, Riccione, Marotta Leonardo (Associazione Italiana Scienze Ambientali), Pierfederici Giovanni (biologo marino), Fabbri Giorgio e Cecconi Andrea (M5S).

Evento Marotta 24 novembre 2017

_________________________________________________________________________________________

CONFERENZA OUR OCEAN: L'UE IN PRIMA LINEA PER MARI PIÙ PULITI E PIÙ SICURI

Our Ocean Conference
Leggi qui.
_________________________________________________________________________________________

LAGHI IN FESTA 2017 evento inserito il 29 settembre 2017

Laghi in Festa

Dal 29 settembre al 1 ottobre a Molveno (TN) il primo festival sulle buone pratiche di gestione dei territori lacustri

Tre giorni di incontri, confronti e attività fra operatori economici, cittadini e amministratori locali sulla gestione sostenibile del territorio e sul turismo ambientale. Questo è Laghi in Festa, che quest'anno vede la sua prima edizione, dal 29 settembre al 1 ottobre 2017 a Molveno (TN), località premiata più volte con le 5 vele della Guida Blu di Legambiente e Touring Club.
I laghi rappresentano, per il nostro Paese, un elemento importante di ricchezza ambientale, economica e di valorizzazione del territorio, ma sono anche tra gli ecosistemi più a rischio del Pianeta. Laghi in Festa vuole essere un momento di riflessione e confronto sui borghi lacustri e non solo, come luogo di ospitalità in cui i turisti devono essere accolti oltre che come ospiti come cittadini temporanei. Molti saranno i momenti di confronto su modelli di ospitalità che, partendo dai patrimoni locali, siano in grado di generare economie più solide, professionalità, offerta turistica specializzata di qualità. Oltre ad attività di svago, informazione e sensibilizzazione in armonia con l'ambiente, nella cornice delle cime delle Dolomiti del Brenta, patrimonio dell'umanità. Fonte: Legambiente.

IL PROGRAMMA DI LAGHI IN FESTA
_________________________________________________________________________________________

BUONA SCIENZA MA POCA IMPRESA: IL PARADOSSO DELLA RICERCA ITALIANA (evento inserito il 09 aprile 2017)

Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli
Sala Conferenze – 11 aprile 2017, ore 17.00

Tornano alla Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli gli eventi organizzati dal Comitato Scienza e Società. Presso la Sala Conferenze dell'ente di ricerca, martedì 11 aprile si terrà, a partire dalle ore 17.00, l'incontro-dibattito dal titolo "Buona scienza ma poca impresa: il paradosso della ricerca italiana". L'evento ha lo scopo di accendere i riflettori sulle contraddizioni del panorama della ricerca scientifica nel nostro Paese, individuando anche opportunità e possibili soluzioni che impediscano la cosiddetta "fuga di cervelli".Buona scienza ma poca impresa

Gli investimenti in ricerca e sviluppo in Italia sono fermi, infatti, a circa il 50% dei nostri vicini europei, che continuano a richiamare i nostri giovani ricercatori, spesso in grado di competere anche nelle più prestigiose istituzioni scientifiche internazionali. Tuttavia, non è solo la scarsità di mezzi a generare questo esodo o ad impedire che la buona scienza italiana si traduca in una sostanziale innovazione tecnologica e produttiva. Episodi come quello dell'IIT di Genova, creato sul modello del MIT di Boston, dimostrano che da noi anche centri di eccellenza dotati di cospicui finanziamenti non ottengono gli stessi effetti di acceleratori dello sviluppo industriale di strutture analoghe in altri paesi. Per giustificare tale fenomeno, spesso si fa appello al mito delle startup nate in un garage, a dimostrazione di un gap etnico-culturale italiano. In realtà, se si indaga in maniera più approfondita, è facile scoprire che gli sviluppi rivoluzionari dell'informatica negli USA sono stati resi possibili solo grazie all'enorme quantità di investimenti pubblici in ricerca operativa per lo sviluppo del complesso militare-industriale statunitense a partire dalla seconda guerra mondiale. Ed è proprio la presenza di strutture, infrastrutture e reti coordinate capaci di potenziare e valorizzare economicamente la capacità di innovazione del mondo scientifico, che permette la nascita di imprese innovative e il loro conseguente successo. Ciò passa necessariamente per il potenziamento del ruolo dello Stato e della ricerca di base e l’adozione di meccanismi finanziari che premino l'innovazione tecnologica. Questi e altri temi di grande attualità saranno affrontati nel corso dell'incontro-dibattito ospitato dalla SZN da: Roberto Di Lauro, Addetto Scientifico, Ambasciata d’Italia a Londra; Alessandro Commito, HIT - Hub Innovazione Trentino; Giuseppe Martini, Biostella srl, Roma e Fabrizio Zilibotti, Università di Zurigo. A moderare il dibattito sarà Roberto Defez, Consiglio Nazionale delle Ricerche.
_________________________________________________________________________________________

"GRANDE SQUALO BIANCO" SUDAFRICA MAGGIO - OTTOBRE 2017 (evento inserito il 28 febbraio 2017)

Come ogni anno, l'organizzazione delle spedizioni scientifiche, dedicate agli squali bianchi in Sudafrica 2017 è in progress.
A) Per la XIV spedizione di maggio, staff e studenti sono al completo;
B) Per la XV spedizione di ottobre sono ancora disponibili alcuni posti.

Si ricorda che trattasi di spedizioni scientifiche e non viaggi vacanza, dunque finalizzate a raccogliere dati scientifici nell'ambito di Progetti di Studio tra C.S.S., Univ.Calabria ed Univ.Siena.

La selezione vede prioritari: studenti universitari, ricercatori e docenti, subacquei o grandi appassionati di squali che possano contribuire alla raccolta dati. Chiunque fosse interessato può richiedere maggiori informazioni ai seguenti indirizzi:

spedizione@centrostudisquali.org

primo.micarelli@gmail.com

o collegarsi al sito www.centrostudisquali.org e scaricare programma e form delle spedizioni scientifiche 2017.

Nel canale Youtube del C.S.S. disponibili circa 100 video in merito alle nostre molteplici attività.
_________________________________________________________________________________________

SPEDIZIONI / CORSI DI BIOLOGIA DEGLI SQUALI IN AUSTRALIA E SUDAFRICA 2017

Corsi di biologia degli squali in Sudafrica di giugno, luglio e agosto 2017. Al momento restano i seguenti posti disponibili:

AUSTRALIA: 22-25 giugno 2017 - costo ca. 2250 Euro - completa
SUDAFRICA: 7-13 giugno 2017 - costo: ca. 1800 Euro - 7 posti
SUDAFRICA: 1-7 luglio 2017 - costo: ca. 2000 Euro - completa
SUDAFRICA: 25-31 agosto 2017 - costo: ca. 2200 Euro - 10 posti

La lista aggiornata delle prossime spedizioni / corsi di biologia di squali (Sudafrica, Australia, Messico) e orca (Norvegia) con date, temi, luoghi, costi e posti rimanenti, è disponibile alla seguente pagina del mio sito web:

http://www.alessandrodemaddalena.net/it/spedizionicorsi/

Programmi dettagliati di tutte le spedizioni sono disponibili a richiesta. Le iscrizioni alle nostre spedizioni sono aperte a tutti. Non è necessario alcun brevetto sub per entrare in acqua con gli animali che andiamo ad osservare [NB: Il brevetto sub (Open Water o equivalente) è necessario solo per coloro che desiderano immergersi anche nella gabbia speciale di fondo che utilizziamo in Australia in aggiunta alla classica gabbia di superficie].

_________________________________________________________________________________________

ALTRI EVENTI DEL 2010 - 2011 - 1 - ALTRI EVENTI 2011 - ALTRI EVENTI 2011-2012 - ALTRI EVENTI 2011-2013 - ALTRI EVENTI 2013 - EVENTI 2013/2014 PARTE I - EVENTI 2014/2016 -