Testata

 

 

Cod Art 00S6 | Rev 00 | Data 11 Mag 09 | Autore M. Guadagnino

L'OSTRICA (con ricetta)

NOME SCIENTIFICO: Ostrea edulis (Linneo, 1758)

NOME VOLGARE: ostrica

 

OstricaDIFFUSIONE: vive sui fondali costieri, fino ad una profondità di 40 metri, appoggiata sul fango o attaccata alle rocce. Vive in banchi numerosi. Le ostriche concave sono più robuste, vivono in ambienti con forti variabilità dei parametri delle acque e vengono allevate soprattutto in Francia.

 

PESCA: l’ostrica è oggetto di pesca professionale principalmente con attrezzi da traino. L’allevamento di questo mollusco è molto antico: già i Romani avevano sviluppato un sistema per mantenerle vive a lungo. Nei paesi nordeuropei (Francia, Inghilterra, Olanda) le ostriche erano pescate da banchi naturali, fino a quando per una epidemia i banchi atlantici cominciarono a dar segni di esaurimento e i francesi, i maggiori consumatori di ostriche, dovettero correre ai ripari sviluppando l’allevamento dell’ostrica portoghese, più robusta. Nelle ovocellule possono ospitare il parassita Chytridiopsis ovicola (Léger and Hollande, 1917). A volte il corpo si presenta verde per la presenza di Navicula ostrearia (Bory), una diatomea ospitata soprattutto a livello delle branchie.

Ostriche alla livornese - per 4 persone -

Lavate e aprite con attenzione le ostriche. Gettate la parte superiore della conchiglia e lasciate il mollusco nell'altra. In una zuppierina preparate una salsetta con un trito fino di aglio, cipolla e prezzemolo, 2 cucchiai di pangrattato, il succo di un limone, olio, sale e pepe. Amalgamate bene e distribuite un cucchiaio di salsetta su ogni ostrica. Mettete le ostriche in una teglia e fatele gratinare in forno per una decina di minuti.

PROFILO NUTRIZIONALE

g/100 g di parte edibile fresca

Grammi *

Parte edibile %
Acqua
Proteine
Lipidi
Carboidrati
Nitriti
Nitrati

-
-
10.2
0.9 - 2.5
5.4
0 - 2 ppm
0 - 16 ppm

* se non diversamente specificato